The Data Layer: From Data Virtualization to Value Evocation

24 settembre 2021

Informazioni Generali

 

Webinar

 

24 settembre 2021

 

11.30-12.30

Accedi al webcast_SUSE W2
 

 

Introduzione

Come generare valore dai dati attraverso le nuove Data Platform

Il dato sta diventando così profondamente pervasivo e infinitamente ubiquo, tanto nelle organizzazioni quanto negli ecosistemi sociali, che qualsiasi decisore o analista comincia a sentirsi sperduto di fronte a un’immensità paragonabile alla biblioteca di Babele immaginata da Borges. Questo è un effetto immediato della democratizzazione dei dati e della moltiplicazione esponenziale degli use case in cui gli insights diventano la base per il decision making, per l’automazione intelligente, per la resilienza digitale e per l’innovazione di prodotto e servizio. Però, la Data-Driven Transformation non è soltanto una sfida tecnologica, ma è soprattutto una complessa sfida organizzativa che richiede la capacità di fare una sintesi tra piattaforme, processi e competenze.

Se è vero che il dato occupa un ruolo centrale nei processi di Trasformazione Digitale, è altrettanto vero che la valorizzazione dei dati richiede un certo grado di elaborazione organizzativa, che passa attraverso l’industrializzazione degli algoritmi in azienda e la creazione di una cultura centrata sul dato. Da un lato, è indispensabile procedere con una transizione agile ed efficiente di applicazioni, piattaforme e processi per rinnovare in modo sostanziale la Data Governance, mutuando le migliori soluzioni ed esperienze dai modelli basati su data virtualization; dall’altro, è indispensabile confezionare una strategia di cambiamento organizzativo capace di razionalizzare le innumerevoli opportunità aperte dai dati, dando spazio a nuove unità organizzative specializzate e a nuove forme di automazione flessibile.

L’industrializzazione dei workflow analitici è la grande sfida che le imprese in Italia e nel mondo affronteranno nei prossimi anni. Entro il 2023, una impresa su quattro userà gli analytics in real-time per guidare le decisioni a livello operativo, affidandosi agli insight prodotti direttamente da applicazioni funzionali aumentate con il Machine Learning e l’Intelligenza Artificiale. E sempre entro il 2023, metà delle Global 2000 avrà attivato dei team dedicati alla valorizzazione dei dati per guidare i processi di innovazione e trasformare la value proposition aziendale, ma soltanto il 10% riuscirà a industrializzare un processo di data analytics stabile, scalabile e resiliente.

La virtualizzazione dei dati è un passaggio cruciale nel processo di Data-Driven Transformation per creare organizzazioni più intelligenti. Durante il webinar, organizzato da Denodo in collaborazione con IDC, condivideremo le nostre esperienze su:

Data-Driven Decision Making: come cambiano i processi decisionali e le modalità operative quando i dati diventano un vero e proprio fattore produttivo;

Data Virtualization & New Data Governance: le nuove piattaforme dati per abilitare la Data-Driven Transformation (aka Distributed Data Plane aka Data Fabric aka Data Mesh);

• Nuove tendenze dell’Intelligent Enterprise: modelli, casi studio ed esperienze emergenti dall'osservatorio nazionale e internazionale di IDC.

Agenda

Orario Evento & Speaker
11:30

Benvenuto ed apertura lavori

11:35

Value creation in a Data Driven Organization

Giancarlo Vercellino

Associate Director, Research & Consulting, IDC Italy

Una nuova cultura del dato promette di rinnovare il modello di business delle imprese e promuovere innovazione nei prodotti, nei servizi e nei processi, rilanciando la competitività dell’impresa. Quali sono gli ingredienti indispensabili per trasformare i dati in valore? Attraverso la ricerca di IDC, vedremo insieme come si tratta di una alchimia basata su tecnologie, processi e talenti. In un intervento basato su fatti, episodi e numeri del mercato italiano e internazionale, IDC racconterà cosa stanno facendo le imprese per sviluppare una value proposition sempre più centrata sui dati.

11:45

Live Poll 1

11:50

Awareness, agility and security: the three dimensions of Data Driven Transformation

Andrea Zinno

Data Evangelist, Denodo

Se i dati sono i mattoncini elementari con i quali produciamo informazioni, creiamo conoscenza, generiamo saggezza e, infine, prendiamo decisioni, allora dobbiamo pensare a una loro gestione che ne consenta, pur nel pieno controllo, un uso limitato solo dalla nostra fantasia. Chi consuma i dati non deve avere limiti se non quelli imposti da sé stesso, deve cioè poter piegare i dati ai propri bisogni, esplorandoli e comprendendone il significato e la genesi, perché è solo con la piena consapevolezza di ciò che abbiamo a disposizione che possiamo pensare di liberarne il potenziale e generare valore.

È proprio con questo obiettivo che una soluzione di Data Virtualization opera - o dovrebbe operare - perché virtualizzare i dati non significa solamente farsi carico degli aspetti tecnici relativi al loro raggiungimento, ovunque essi siano e comunque siano fatti, ma, al contrario, implica il prendersi cura di tutti gli aspetti che ne consentono un uso consapevole, agile e sicuro.

12:05

Caso studio a cura di Insiel

Andrea Soranzio

Innovation Manager, Insiel
12:20

Q&A e Live Poll 2

12:30

Conclusioni e chiusura dei lavori

Sponsor

Partner

Contattaci

Nicoletta Puglisi

Senior Conference Manager

+39 348 5503403

Chi è IDC

57 Anni | 1100 Analisti | 110 Paesi

IDC è la prima società mondiale specializzata in ricerche di mercato, servizi di consulenza e organizzazione di eventi nei settori ICT e dell’innovazione digitale. Oltre 1.000 analisti in 50 Paesi del mondo mettono a disposizione a livello globale, regionale e locale la loro esperienza e capacità per assistere il mercato della domanda e dell’offerta nella definizione delle proprie strategie tecnologiche e di business a supporto della competitività e della crescita aziendale. Ogni anno IDC conduce oltre 300.000 interviste, pubblica 5.000 report di ricerca e influenza più di 10.000 CIO ai propri eventi. IDC fa parte del gruppo IDG. La filiale italiana di IDC, costituita nel 1986, integra la visione strategica sviluppata dal gruppo a livello mondiale con le proprie competenze sul mercato ICT locale. Presso la sede di Milano lavorano più di 40 specialisti, suddivisi in quattro aree (Ricerca e Consulenza italiana, IDC Insights, Industry Solutions ed EU Government Consulting) e nella divisione dedicata agli eventi.