OT/IoT Security: la chiave è la visibilità

Cosa sta succedendo nella rete?

23 novembre 2021
Registrati

Informazioni Generali

 

Virtual Roundtable

 

23 novembre 2021

 

11.00 - 12.30

 

Introduzione

I progetti di innovazione si basano sempre più su oggetti, device, asset e sensori connessi in rete e che richiedono adeguate strategie di protezione e sicurezza


Focus: retail, healthcare, finance & smart cities

 

I progetti di trasformazione digitale negli ambiti del retail, banking, healthcare e smart cities si basano sempre più su tecnologie come il cloud, l’edge, la mobility, i big data analytics e l’Internet of Things (IoT) che permettono di efficientare i processi e l’analisi dei dati e di innovare aree come la supply chain, i trasporti e la logistica, la gestione di clienti, pazienti e cittadini e la building automation. Allo stesso tempo si trasformano città, negozi, ospedali e filiali bancarie.

Queste evoluzioni presuppongono una crescente connessione di device, asset, oggetti e sensori alle reti con l’obiettivo di abilitare un efficace scambio di dati in tempo reale, una migliore comunicazione e la possibilità di controllo da remoto e di automazione. Si ampliano però anche le possibili superfici di attacco e gli scenari di rischio che i CIO e i CISO devono gestire diventano sempre più complessi.

In base ai dati IDC, tra le principali priorità di sicurezza delle aziende europee spiccano oggi le aree dell’IoT e dell’OT Security: emerge quindi la consapevolezza che i progetti basati sull’Internet of Things debbano essere accompagnati da un’adeguata strategia di protezione basata su soluzioni in grado di monitorare in modo integrato tutti gli oggetti e i device connessi, di identificare tempestivamente vulnerabilità, rischi e minacce e di gestire tutti gli accessi alla rete.

La sicurezza dovrà diventare un aspetto centrale di ogni iniziativa di innovazione basata sull’IoT con l’obiettivo di evitare di esporre questi settori critici ad attacchi cyber che potrebbero causare interruzioni delle attività, furto di dati e di informazioni sensibili, o addirittura incidenti fisici e danni sanitari.

La virtual roundtable del 23 novembre 2021 organizzata da Nozomi Networks in collaborazione con IDC ha l’obiettivo di approfondire gli aspetti chiave di una strategia di sicurezza indirizzata a garantire l’innovazione del retail, del banking, dell’healthcare e delle smart cities senza compromettere l’operatività e l’affidabilità dei sistemi grazie a una completa visibilità di tutto l’ambiente OT-IoT connesso.

L’evento prevede un formato interattivo, in cui tutti i partecipanti si confronteranno sulle seguenti tematiche:

  • Quali sono le principali sfide da affrontare nella convergenza dei mondi IT e OT e nell’IoT;
  • Come aumentare la visibilità di tutti gli asset connessi e identificare le vulnerabilità dei sistemi;
  • Come migliorare le capacità di detection di eventuali rischi e minacce cyber in tutta l’organizzazione.

Agenda

Orario Evento & Speaker
11:00

Benvenuto ed apertura lavori

11:05

Introduzione alla roundtable

11:10

Intervento a cura di IDC

Diego Pandolfi

Research and Consulting Manager, IDC Italy
11:20

Intervento a cura dei partner tecnologici

Sergio Leoni

Regional Sales Director, Nozomi Networks

Federico Lella

Senior Manager, Spike Reply
11:30

Dibattito moderato da IDC

12:25

Conclusioni e chiusura lavori

Sponsor

Partner
Partner

Contattaci

Giorgia Pasqualicchio

Conference Specialist

Chi è IDC

57 Anni | 1100 Analisti | 110 Paesi

IDC è la prima società mondiale specializzata in ricerche di mercato, servizi di consulenza e organizzazione di eventi nei settori ICT e dell’innovazione digitale. Oltre 1.000 analisti in 50 Paesi del mondo mettono a disposizione a livello globale, regionale e locale la loro esperienza e capacità per assistere il mercato della domanda e dell’offerta nella definizione delle proprie strategie tecnologiche e di business a supporto della competitività e della crescita aziendale. Ogni anno IDC conduce oltre 300.000 interviste, pubblica 5.000 report di ricerca e influenza più di 10.000 CIO ai propri eventi. IDC fa parte del gruppo IDG. La filiale italiana di IDC, costituita nel 1986, integra la visione strategica sviluppata dal gruppo a livello mondiale con le proprie competenze sul mercato ICT locale. Presso la sede di Milano lavorano più di 40 specialisti, suddivisi in quattro aree (Ricerca e Consulenza italiana, IDC Insights, Industry Solutions ed EU Government Consulting) e nella divisione dedicata agli eventi.