Smart Remote Working

Abilitare la resilienza digitale nel New Normal

3 luglio 2020

Informazioni Generali

 

IDC Digital Platform

 

03 luglio 2020

 

11.30-12.30

Introduzione

L'industria del malware non si è fermata con la crisi: durante la stagione del lockdown, l’industrializzazione del malware e l’ingegnerizzazione di strategie di attacco sempre più sofisticate hanno proseguito il loro corso con sviluppi ancora più insidiosi. Il volume degli attacchi di phishing si è moltiplicato negli ultimi mesi: si è giunti fino a 2.000 nuovi "siti ufficiali" al giorno con malware e spyware di ogni genere; i tentativi di DNS spoofing e router hijacking hanno messo a dura prova la resilienza digitale delle imprese.

Durante la pandemia, la sicurezza delle infrastrutture digitali per lo smart working si è rivelata un investimento strategico per consentire a molte organizzazioni di mantenere un livello minimo di operatività e continuità dei processi aziendali, che altrimenti sarebbero stati irrimediabilmente compromessi tanto dal Covid-19 che dal cybercrime. Le strategie di gestione della sicurezza degli endpoint richiedono però un sostanziale rinnovamento per affrontare le sfide poste dal New Normal e da un mondo del lavoro che sta cambiando con grandissima velocità, trasformando lo smart working da scelta del tutto occasionale a piattaforma organizzativa stabile che le imprese erediteranno come best practice appresa durante la crisi di queste settimane. Secondo IDC, entro il 2024 il 30% delle imprese G2000 si appoggerà su piattaforme globali, sicure, intelligenti e altamente integrate con gli strumenti aziendali, per consentire di gestire oltre qualsiasi confine tradizionale forme di organizzazione sempre più fluide e resilienti.

Quando lo smart working diventa l'unica opzione a disposizione delle imprese per proseguire le attività aziendali, l’apertura dei sistemi informativi agli attacchi provenienti dal cybercrime rappresenta la vera sfida per i CISO/CSO: la progressiva transizione verso modelli IT basati sul cloud, l'introduzione di nuovi paradigmi come l'edge nelle fabbriche e nelle catene di distribuzione, una forza lavoro caratterizzata da una sempre maggiore mobilità e flessibilità, sono tendenze che aumentano l’esposizione dei sistemi informativi aziendali ad attacchi potenzialmente devastanti, soprattutto in un momento di fragilità come quello che stiamo attraversando. In questo scenario, gli endpoint si rivelano spesso particolarmente vulnerabili alle strategie di attacco più evolute e il rischio IT diventa ancora più ampio quando si considerano gli impatti delle nuove normative di compliance.

Durante il webinar, organizzato da NTT e Cisco in collaborazione con IDC, avremo l’occasione di approfondire le buone pratiche e le lezioni apprese nella gestione della sicurezza IT per oltrepassare le incognite e le incertezze della crisi e riprendere l'operatività aziendale con la massima velocità, flessibilità e sicurezza in uno scenario in cui lo smart working diventa sempre più comune. Nel corso del webinar, saranno affrontati diversi temi, fra cui:

  • Come stanno cambiando le strategie di attacco durante la crisi Covid-19: dal DNS spoofing al DNS router hijacking, le inside che minacciano i modelli operativi da remoto;
  • Le soluzioni tecnologiche e le strategie emergenti per proteggere gli endpoint nei modelli di remote working impiegando in modo nuovo i dati, l’intelligence e il fattore umano;
  • La percezione del rischio IT da parte dei manager e dei decisori in Italia e in Europa: quali sono gli asset da proteggere in un momento di particolare fragilità della società e del mercato.

Agenda

Orario Evento & Speaker
11:30

Benvenuto e apertura lavori da parte di IDC e NTT Limited

11:35

Intervento a cura di IDC

Giancarlo Vercellino
Associate Research Director, IDC Italy
11:50

Intervento a cura di Cisco

Fabio Florio
Business Development Manager, Cisco
12:00

Intervento a cura di Salvatore Sammito, Intelligent Cybersecurity Practice Manager, NTT Limited

12:20

Q&A e Live Poll

12:30

Conclusioni e termine dei lavori

Sponsor

Partner

Contattaci

Jacopo Mancini

Conference Director

+39 342 9487861

Chi è IDC

56 Anni | 1100 Analisti | 110 Paesi

IDC è la prima società mondiale specializzata in ricerche di mercato, servizi di consulenza e organizzazione di eventi nei settori ICT e dell’innovazione digitale. Oltre 1.000 analisti in 50 Paesi del mondo mettono a disposizione a livello globale, regionale e locale la loro esperienza e capacità per assistere il mercato della domanda e dell’offerta nella definizione delle proprie strategie tecnologiche e di business a supporto della competitività e della crescita aziendale. Ogni anno IDC conduce oltre 300.000 interviste, pubblica 5.000 report di ricerca e influenza più di 10.000 CIO ai propri eventi. IDC fa parte del gruppo IDG. La filiale italiana di IDC, costituita nel 1986, integra la visione strategica sviluppata dal gruppo a livello mondiale con le proprie competenze sul mercato ICT locale. Presso la sede di Milano lavorano più di 40 specialisti, suddivisi in quattro aree (Ricerca e Consulenza italiana, IDC Insights, Industry Solutions ed EU Government Consulting) e nella divisione dedicata agli eventi.